Annuncio

Crollo
Nessun annuncio ancora.

Basta raccomandazioni in Vaticano

Crollo
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Mostrare
Cancella tutto
nuovi post

  • Basta raccomandazioni in Vaticano

    Basta raccomandazioni in Vaticano

    Dopo il caso «Gabriele, la Segreteria di Stato istituirà
    una nuova commissione per valutare le candidature


    CITTÀ DEL VATICANO - Un classico è il nipote del monsignore, l’amico di famiglia, il bravo ragazzo consigliato dal parroco.

    L’esperienza insegna che i mediocri — quando va bene — possono combinare disastri, oltre a fiaccare i bilanci.

    Così ora il Vaticano ha deciso di dare un taglio a raccomandazioni e nepotismi, a quelli piazzati non si sa bene da chi, e rendere più rigorose le procedure di assunzione.
    Dal mese prossimo una commissione istituita nella Segreteria di Stato - che farà quindi capo direttamente al cardinale Tarcisio Bertone - valuterà tutti i nomi proposti sia per le assunzioni sia per gli incarichi da assegnare, «laici» o prelati che siano.
    Presieduta dall’Assessore agli Affari generali Peter Brian Wells - il «numero tre» della Segreteria di Stato — sarà composta da almeno cinque membri indicati dai principali dicasteri vaticani.
    TRA CORVI E «SPENDING REVIEW» - Oltretevere dicono che si stava studiando la faccenda già da prima del «corvo» e il caso di Paolo Gabriele - il maggiordomo che aveva cominciato a sottrarre documenti riservati appena entrato in servizio nell’appartamento papale, nel 2006 - non c’entra.
    Anche perché, tragicamente, lo stato di servizio era impeccabile, si dice che in quel caso i suoi vecchi superiori avevano garantito.

    Fatto sta che lo scandalo ha mostrato, come minimo, come la selezione del personale sia una faccenda delicata, più che mai in Vaticano.

    Senza contare che si tratta di sorvegliare i bilanci, anche da queste parti è tempo di «spending review», del resto lo stesso caso Vatileaks è stato scandito da polemiche e veleni sulla gestione delle risorse.

    Nonostante la situazione economica - l’ultimo bilancio ha chiuso con un passivo di quasi 15 milioni - non sono stati fatti né sono previsti tagli di personale: e i dipendenti della Santa Sede sono già 2.832.

    Meglio procedere con cautela.
    CONTROLLI - Non che le assunzioni dei vari enti o dicasteri fossero libere, prima: era già prevista una richiesta per ottenere il «nulla osta» della Segreteria di Stato.

    Con la nuova commissione, però, ci sarà «una procedura più oggettiva e attenta alla valutazione delle richieste di assunzione che arrivano dalle diverse amministrazioni», spiega padre Federico Lombardi.

    Un controllo c’era già ma ora «saranno richieste più informazioni sui candidati». La Commissione raccoglierà le candidature, si pensa a «terne di nomi», e se fossero bocciate potrebbe procedere direttamente alla scelta.
    «RIFORMA SPIRITUALE» - Più attenzione, maggiore sobrietà.
    Da tempo il Benedetto XVI punta al «rinnovamento spirituale» della Chiesa.
    Il sinodo dei vescovi sulla nuova evangelizzazione, iniziato il 7 ottobre, è giunto intanto a metà percorso, e nella «Relazione dopo la discussione» dei 262 padri sinodali arrivati da tutto il mondo si legge: «Il rinnovamento spirituale è l’elemento più importante della nuova evangelizzazione».

    Che cosa significhi, lo ha spiegato il cardinale Laurent Monsengwo Pasinya, arcivescovo di Kinshasa (Congo), presidente di turno e tra l’altro uno dei membri della delegazione che il Papa ha deciso di mandare la settimana prossima in Siria: «Se vogliamo rinnovare la fede in un momento di crisi, dobbiamo assolutamente ritornare ai poveri.

    Quando San Francesco ha rinnovato la Chiesa, era per tornare alla povertà.

    Ogni riforma che voglia essere seria è il ritorno alla povertà.

    Non ci si può santificare in un ambiente di ricchezza enorme.
    Abbiamo problemi, e ci poniamo la questione di una nuova evangelizzazione, perché abbiamo lasciato l’essenziale, che è evangelizzare i poveri».
    Gian Guido Vecchi

    http://www.corriere.it/cronache/12_o...76599502.shtml
Lavorando...
X