Annuncio

Crollo
Nessun annuncio ancora.

Il Papa cerca una protezione immunitaria dal Presidente della Repubblica Italiana

Crollo
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Mostrare
Cancella tutto
nuovi post

  • Il Papa cerca una protezione immunitaria dal Presidente della Repubblica Italiana




    Il Papa cerca una protezione immunitaria dal Presidente della Repubblica Italiana

    images-17.jpg



    Giornali italiani riportano oggi che Papa Benedetto è quello di cercare l'immunità e la protezione da Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano il 23 febbraio per le accuse contro il Papa di crimini sessuali contro i bambini. Stuart Wilde www.stuartwilde.com
    Storia: Inviato il 14 febbraio 2013 da itccs
    Tribunale internazionale invita Napolitano a "non collusione della criminalità", e annuncia campagna globale di occupare l'immobile Vaticano e avviare un'inchiesta diritti umani in Italia
    Roma (09:00 ora locale):
    Papa Benedetto XVI, Joseph Ratzinger, ha programmato un incontro con il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano per Sabato, 23 febbraio al discutere di sicurezza e protezione immunità da procedimenti giudiziari da parte del governo italiano, secondo fonti dei media italiani.
    Incontro di Ratzinger segue al ricevimento apparente da parte del Vaticano di una nota diplomatica da un governo riservate europea il 4 febbraio, dichiarando la sua intenzione di emettere un mandato di arresto per Ratzinger, che si è dimesso dal suo pontificato meno di una settimana dopo.
    In risposta alla riunione del 23 febbraio, il Tribunale internazionale sui crimini di Chiesa e Stato (ITCCS), attraverso il suo Segretario campo, Rev. Kevin Annett, ha scritto al presidente Napolitano, chiedendogli di non assistere Ratzinger per eludere la giustizia.
    Read More : http://itccs.org/



  • #2
    Benedetto XVI chiede immunità e protezione al Presidente della Repubblica Italiana


    ITCCS: Benedetto XVI chiede immunità e protezione al Presidente della Repubblica Italiana


    Riportiamo l’odierno comunicato dal sito ITCCS, che mostra come la delicata questione degli annunciati possibili arresti del papa cominci a farsi articolata. Molti rimarranno increduli per l’inverosimiglianza apparente di tali notizie, ma a questo punto non c’è che stare a vedere nel modo più neutro possibile quale piega prenderanno gli eventi.

    Ripetiamo, per la delicatezza assoluta della questione e per l’estrema gravità degli addebiti, che il nostro atteggiamento è unicamente quello di desiderare che la piena verità emerga sui fatti cui la vicenda si riferisce.



    Inviato il 14 febbraio 2013 da itccs

    Il Tribunale Internazionale invita Napolitano alla “non collusione con la criminalità”, e annuncia una campagna globale per occupare l’immobile Vaticano e avviare un’inchiesta sui diritti umani in Italia


    Roma (09:00 ora locale):

    Papa Benedetto XVI, Joseph Ratzinger, ha programmato un incontro con il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano per Sabato, 23 febbraio al fine di discutere di sicurezza e immunità da procedimenti giudiziari da parte del governo italiano, secondo fonti dei media italiani.

    Incontro di Ratzinger segue al ricevimento apparente da parte del Vaticano di una nota diplomatica da un governo europeo riservato il 4 febbraio, che dichiarava la sua intenzione di emettere un mandato di arresto per Ratzinger, dimessosi dal suo pontificato meno di una settimana dopo quel termine.

    In risposta alla riunione fissata per il 23 febbraio, il Tribunale internazionale sui crimini di Chiesa e Stato (ITCCS), attraverso il suo Segretario, Rev. Kevin Annett, ha scritto al presidente Napolitano, chiedendogli di non assistere Ratzinger nell’eludere la giustizia.

    La lettera ITCCS, dice tra l’altro:

    “Non ho bisogno di ricordare, signor Presidente, che in base al diritto internazionale e dei trattati che sono stati ratificati da Italia, sono vietati voi e il vostro governo di concedere tale protezione a chi, come Joseph Ratzinger, ha aiutato ed incoraggiato azioni criminali, ad esempio ordinando Vescovi e Cardinali in America e altrove, per proteggere i stupratori di bambini noti all’interno del loro clero.”

    “L’obbligo in Vaticano attraverso il Trattato del Laterano non nega o annulla i requisiti di queste leggi morali e per di più internazionali, né richiede che si dia alcuna protezione o immunità per un singolo individuo come Joseph Ratzinger, soprattutto dopo che ha lasciato il suo ufficio papale. “


    In risposta ai crimini documentati di torture minorili, tratta e il genocidio legato a Papa Benedetto e funzionari del Vaticano, ITCCS sponsorizzerà una serie di proteste in corso e occupazioni di chiese cattoliche e uffici attraverso i suoi affiliati in tutto il mondo a partire nella settimana di Pasqua, 24-31 marzo 2013, che continuerà a tempo indeterminato.

    Queste azioni accompagneranno gli sforzi legali per portare Joseph Ratzinger e altri funzionari del Vaticano in giudizio per la loro complicità dimostrata nei crimini contro l’umanità e associazione a delinquere.

    La campagna di Pasqua Bonifica raccoglie le proprietà della chiesa e le sue attività per impedirne l’utilizzo da parte dei sacerdoti che stuprano bambini, che sono protetti dal diritto canonico cattolico.
    I cittadini hanno il diritto di difendere la loro comunità e dei bambini quando le autorità si rifiutano di farlo, secondo il diritto internazionale.

    Il Rev. Kevin Annett e una delegazione ufficiale presso l’Ufficio ITCCS centrale convocheranno una formale richiesta per i diritti umani a Roma, con inizio la settimana del 13 maggio 2013, per prendere in considerazione ulteriori oneri contro il Vaticano e il suo nuovo Papa per crimini contro l’umanità e ostruzione della giustizia.

    Rev. Annett e la sua delegazione lavorerà con le organizzazioni di tutta Italia in questa indagine.

    Nel 2009 e nel 2010, ha tenuto comizi fuori dal Vaticano e si è incontrato con i media e per i diritti umani in tutta Italia per indicare il Vaticano come responsabile della morte di più di 50.000 bambini aborigeni in Canada.


    http://www.iconicon.it/blog/2013/02/ittcs-benedetto-xvi-chiede-immunita-protezione-da-presidente-della-repubblica-italiana/

    Commento

    Lavorando...
    X