Annuncio

Crollo
Nessun annuncio ancora.

Previsioni per Putin: quest'anno la Russia “sprofonderà”.

Crollo
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Mostrare
Cancella tutto
nuovi post

  • Previsioni per Putin: quest'anno la Russia “sprofonderà”.

    Previsioni per Putin: quest'anno la Russia “sprofonderà”. 30726286-zerstoerter-russischer-panzer-26364JMUYNMH.jpg


    Creato: 21/01/2023,
    Di: Marcus Gibel


    Perdita di guerra: questo carro armato russo è stato ucciso nell'attacco all'Ucraina. © IMAGO / ZUMA Filo
    La guerra in Ucraina è stata a lungo un disastro per la Russia. Ma peggiora, secondo un confidente del presidente Vladimir Putin.
    Mosca/Kiev – e il suo apparato di potere immaginavano che la guerra in Ucraina fosse Valdimir Putin molto diversa.
    Nel giro di pochi giorni Kiev sarebbe stata presa, il governo del presidente Volodymyr Zelenskyj deposto e un successore insediato interamente secondo le idee del Cremlino. Una rapida campagna di conquista. Ciò è stato sottolineato anche dal rapporto di successo chiaramente prematuro della Russia pochi giorni dopo l'inizio dell'invasione.
    Invece, le truppe russe nella guerra in Ucraina hanno dovuto ritirarsi sempre più negli ultimi mesi, a volte fino ai propri confini nazionali. Inoltre, si trovano di fronte a sistemi d'arma sempre più potenti e moderni, che i difensori che avanzano stanno prendendo dalle mani dei sostenitori occidentali. Forse presto anche i principali carri armati Leopard 2, alcuni dei quali la Germania ha già passato agli alleati.
    Putin rischia la sconfitta nella guerra in Ucraina? L'ex agente dei servizi segreti parla di affondamento russo
    A quel punto potrebbe venir meno la certezza generale della vittoria al Cremlino. Anche se Putin, il suo ministro degli Esteri Sergey Lavrov o Dmitri Medvedev, lui stesso presidente, continuano naturalmente a trasmetterli. Ma nonostante le battute d'arresto, cos'altro possono fare?
    Nelle unità al fronte, però, c'erano già voci diverse. E anche un ex ufficiale dell'intelligence russa che nel conflitto ucraino una volta ha svolto un ruolo cruciale dubita del successo di Putin. Igor Girkin, noto anche con lo pseudonimo di Igor Ivanovich Strelkov, ha scritto mercoledì sul suo canale Telegram, dove condivide più volte al giorno le sue opinioni sulla guerra: "Ho l'impressione che 'sprofonderemo' entro la fine del anno.
    La Russia nella guerra in Ucraina: l'ex leader separatista avanza proposte
    Girkin, che ha svolto un ruolo chiave nell'annessione della Crimea nel 2014, in seguito ha guidato i separatisti nella guerra del Donbass ed è perseguitato dall'Ucraina con la promessa di una taglia sulla sua testa, è stato spesso critico nei confronti delle tattiche della Russia in Ucraina. Si è anche lamentato del fatto che la Russia aveva bisogno di più armi offensive, ha dovuto interrompere "le forniture di gas e petrolio alla/dalla cosiddetta 'Ucraina'" e attaccare "le comunicazioni strategiche del nemico".
    Se alle proposte che aveva avanzato per mesi non fosse seguita l'azione entro la fine della primavera, “la sconfitta in guerra potrebbe diventare quasi inevitabile”. Ha anche criticato "il 'congelamento' di tre mesi delle attività di mobilitazione", che ha reso "inevitabile un'altra sconfitta operativa".

    Fornisce suggerimenti militari tramite Telegram e critica l'approccio russo alla guerra: Igor Girkin affronta il Cremlino ed è braccato dall'Ucraina. © IMAGO/ANP
    Girkin contro Putin: ex sostenitori nel conflitto ucraino apparentemente per impeachment
    Girkin è particolarmente critico nei confronti dell'operato del ministro della Difesa Sergei Shoigu, uno dei più stretti confidenti di Putin, e di Valeri Gerasimov, da alcuni giorni comandante in capo delle truppe russe nella guerra in Ucraina. Scrive anche: "Secondo me, le forze armate russe nel loro stato attuale, con l'attuale scorta di munizioni e le forze disponibili, sono capaci solo di operazioni limitate".

    Ma l'ex leader separatista tiene testa anche a Putin. Il think tank statunitense Institute for the Study of War ha riferito pochi giorni fa che Girkin aveva lasciato intendere che avrebbe sostenuto l'impeachment del capo del Cremlino . Ma non perché abbia ordinato l'attacco all'Ucraina. Ma perché dal punto di vista russo sembra non riuscire a portare a termine con successo la guerra. In ogni caso, Girkin ne dubita sempre di più. (mg)



    https://www.fr.de/politik/ukraine-krieg-schoigu-gerassimow-prognose-putin-russland-untergang-92040957.html

  • #2
    image_17367.jpg"Non ci sarà un lieto fine alla guerra" –
    Il critico di Putin fa uscire di nascosto una lettera dal carcere

    A suo avviso, però, non ci sarà un lieto fine, ma rimarrà come una "dolorosa ferita" che "sanguinerà per gli anni a venire".


    https://www.fr.de/politik/ukraine-krieg-news-putin-kreml-kritiker-brief-gefaengnis-jaschin-straflager-moskau-nawalny-92044518.html




    Di Caroline Schaefer

    Il critico di Putin Ilya Yashin scrive del tempo passato in una prigione russa. La guerra in Ucraina rimarrà una "ferita dolorosa".

    Mosca – Non sono solo i paesi occidentali a criticare la leadership russa a Mosca per la campagna di Vladimir Putin in Ucraina .
    Anche in Russia aumenta la pressione sul Cremlino.
    Ha suscitato scalpore il caso che ha coinvolto il critico del Cremlino Ilya Yashin, condannato a Mosca a otto anni e mezzo di carcere per presunta denigrazione delle forze armate russe .
    Prima di essere trasferito in un campo di prigionia, Yashin avrebbe inviato una lettera che ora è diventata pubblica.
    In esso, il prigioniero descrive il suo rapporto con altri detenuti e il suo tempo in prigione.
    Lo riporta la foto di domenica , il quotidiano riporta il documento.
    Notizie sulla guerra in Ucraina: il critico di Putin riporta il suo tempo in prigione

    I compagni di prigionia gli sono "per lo più fedeli", dice la lettera.
    I sostenitori del Cremlino si trovano raramente nelle carceri russe.
    "La gente qui sa in prima persona che aspetto ha l'arbitrarietà statale", ha scritto Yashin, riferendosi al trattamento apparentemente ingiusto da parte delle autorità.
    Sorprendentemente, andava d'accordo con le guardie di sicurezza.
    Molti hanno denunciato “i loro bassi salari e le brutali condizioni di lavoro”.
    Il tribunale distrettuale di Mosca ha dichiarato a dicembre che la colpevolezza di Yashin era stata pienamente provata.
    Aveva protestato contro la guerra in Ucraina e condannato i crimini di guerra dell'esercito russo.
    I giudici hanno respinto l'obiezione della difesa secondo cui si trattava di valutazioni personali.
    Putin critica la fine della guerra in Ucraina: resterà una "ferita dolorosa".

    "Capisco che con questo verdetto le autorità statali confermino che le mie critiche sono state molto dolorose per il Cremlino", ha detto Yashin nella sua lettera.
    Quando il suo verdetto è stato annunciato il 9 dicembre 2022, ha parlato di una messa in scena politica del processo. "Con questo verdetto isterico, le autorità vogliono spaventarci tutti, ma in realtà hanno solo mostrato la loro debolezza", ha detto all'epoca sul suo canale Telegram.

    Il 39enne è considerato uno degli ultimi membri di spicco rimasti dell'opposizione in Russia ed è un confidente del critico del Cremlino Alexei Navalny, che è stato imprigionato nel campo di prigionia . Yashin è stato condannato a 15 giorni di carcere per "disobbedienza alla polizia" a giugno .
    "Il tempo che mi sta scivolando tra le dita è la cosa peggiore che puoi vivere dietro le sbarre", ha sottolineato Yashin nella sua lettera.
    Ha anche pensato a una possibile fine della guerra in Ucraina.

    Commento

    Lavorando...
    X