La "mini-NATO" di Putin crolla: l'Armenia sta abbandonando l'alleanza militare per delusione? 31838344-wladimir-putin-ovks-mini-nato-armenien-2vrIbx6bX9MH.jpg


Creato: 23/05/2023
Di: Kathrin Reikowski


La CSTO "mini-NATO" di Vladimir Putin potrebbe sgretolarsi: l'Armenia sta pubblicamente giocando con l'idea di andarsene.
Il governo dell'Armenia sta apparentemente considerando di lasciare l'alleanza militare CSTO.
Il motivo Ŕ la delusione per il sostegno di Vladimir Putin nel conflitto con l'Azerbaigian.

MOSCA - "Non posso escludere la possibilitÓ dell'uscita de jure dell'Armenia dalla CSTO o un congelamento della sua adesione", ha detto lunedý (22 maggio) il primo ministro armeno Nikol Pashinyan, secondo la rivista americana . Newsweek
L' alleanza militare dominata “Organizzazione del Trattato di Sicurezza Collettiva” (CSTO) Ŕ anche conosciuta come “la mini-NATO di Putin”.
Nella conferenza stampa, Pashinyan ha anche affermato che l'Armenia potrebbe essere pronta a riconoscere la regione del Nagorno-Karabakh, contesa da decenni, come parte dell'Azerbaigian .
Il possibile ritiro dall'alleanza CSTO Ŕ quindi legato alle critiche all'alleanza da parte dell'Armenia.
Il capo del governo ha indicato che la CSTO non stava adempiendo alla sua funzione protettiva nei confronti dell'Armenia. Per questo motivo ha ora invitato anche una missione di osservatori dell'UE nella regione del conflitto e nessun osservatore della CSTO, ha affermato.
In Armenia si discute da tempo del ritiro dalla “mini-NATO” CSTO di Putin
Il governo armeno Ŕ considerato gravemente colpito dalla sconfitta nella guerra contro il vicino Azerbaigian.
Molti armeni trovano umilianti i termini del cessate il fuoco, in cui Yerevan ha rinunciato a parti del Nagorno-Karabakh.
Secondo gli osservatori, un completo abbandono della regione rischia di provocare nuovi disordini in Armenia.
Secondo il portale di notizie Jam News , che analizza le notizie dal Caucaso, questa opzione Ŕ stata discussa in Armenia da molto tempo, vale a dire dall '"aggressione dell'Azerbaigian contro l'Armenia nel settembre 2022".
Lo ha detto il viceministro degli Esteri armeno, Mnatsakan Safaryan.
In base a ci˛, le autoritÓ armene hanno deciso di continuare la cooperazione con il blocco militare a guida russa, sebbene "le aspettative della parte armena non siano state soddisfatte". Secondo lui la situazione Ŕ ancora aperta e le autoritÓ armene sperano ancora che le discussioni all'interno della Csto “porteranno a risultati certi”.
L'armistizio tra Armenia e Azerbaigian si sta sgretolando
L'Azerbaigian e l'Armenia sono da decenni in disaccordo sul Nagorno-Karabakh.
Negli anni '90, la regione, abitata per lo pi¨ da armeni, Ŕ riuscita a staccarsi dall'Azerbaijan in una sanguinosa guerra civile.
Nel 2020 Baku ha ripreso il controllo di parte dell'area dopo nuovi combattimenti per un accordo di cessate il fuoco.
Una forza di pace della Russia di Vladimir Putin monitorerÓ il rispetto dell'accordo.
Tuttavia, il cessate il fuoco Ŕ fragile.
Fino alla fine ci sono state ripetute scaramucce tra le due parti.
I combattimenti si sono estesi anche ad altre zone di confine dell'Armenia e dell'Azerbaigian. (dpa/kat)


https://www.fr.de/politik/putin-mini-nato-armenien-ovks-aserbaidschan-ovks-verlassen-92295748.html?fbclid=IwAR3_2hKDRhgOyR-jKJzIezNliMk9quGv4tg7inpjVIZzQK3v9aB157b8Dqk