Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Sn Vito dei Normanni -Immigrati assegnati a complesso turistico

  1. #1

    fiamme Sn Vito dei Normanni -Immigrati assegnati a complesso turistico


    Lug 13, 2017


    “Apprendiamo con seria preoccupazione la notizia secondo cui Brindisi nelle prossime ore accoglierà un’ennesima nave delle ONG con 860 migranti a bordo e tutto con il “normalissimo” protocollo di “emergenza” – è quanto dichiara Luciano Cavaliere, coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia. La prassi è sempre la stessa ammassare immigrati in alberghi come se fossero pacchi da spedire nell’attesa che vengano catalogati senza pensare ovviamente a cosa comporta tale “emergenza” nel tessuto sociale del territorio. I politici tacciono e gli albergatori si vendono all’occorrenza, sacrificando ben volentieri il turismo, risorsa primaria della nostra provincia, al business del momento.


    Sono degli irresponsabili – continua Cavaliere – è sì vero che ogni imprenditore è libero di “sfruttare” la propria struttura nel miglior modo che ritiene opportuno ma, guardando il caso di San Vito dei Normanni, con la struttura alberghiera che in questi giorni dovrebbe ospitare circa
    200 migranti,
    viene messa in serie difficoltà l’intera area turistica circostante nel pieno dell’estate.
    E capisco bene anche il silenzio dell’amministrazione, per lo più dovuto all’imbarazzo dello stesso Sindaco che in tempi non sospetti, con grandi clamori mediatici, non aveva perso occasione a ribadire che gli immigrati non sarebbero arrivati a San Vito.

    Siamo passati dal “io ci metto la faccia vi dico che gli immigrati non arrivano” ai duecento immigrati già assegnati alla struttura turistica e ad un centro Sprar ancora da individuare e aprire all’interno della città. Un’amministrazione che si rispetti prima di dare pareri favorevoli, in modo del tutto frettoloso, su operazioni simili dovrebbe studiare attentamente il contesto, solo in questo modo, forse, avrebbe potuto apprendere che con una variante al piano regolatore del 2011, tutta la zona circostante l’hotel in questione, è classificata zona di interesse turistico e quindi avallare una tale situazione vuol dire incidere involontariamente anche sulle altre strutture che insistono nell’area.

    Ma sarà l’inesperienza o sarà che l’ultima volta che il Sindaco ha parlato di turismo a San Vito è stato nel maggio del 2015 dal palco in piazza Leonardo Leo durante il comizio elettorale per le comunali? D’altronde basta guardare il sito del Comune nella sezione dedicata per capire l’importanza che viene data al turismo. Mi auguro che gli amministratori di altri comuni siano meno frettolosi e più attenti, comunque tengo a far sapere agli operatori turistici della città di San Vito dei Normanni che nelle prossime ore Fratelli d’Italia depositerà alla Camera dei Deputati, un interrogazione a carattere d’urgenza proprio sul caso in questione.”


    Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale

    http://www.sanvitoin.it/wordpress/immigrati-come-pacchi-negli-alberghi-questa-situazione-crea-danno-al-turismo-cavaliere-fdi-sulla-questione-migranti/


    http://www.brundisium.net/index.php/immigrati-assegnati-a-complesso-turistico-fratelli-ditalia-prepara-interrogazione-parlamentare/

  2. #2

    L'articolo che segue risale al 13.12.2016: il sindaco Conte smentiva, rassicurava e..

    L'articolo che segue risale al 13.12.2016, quando il sindaco Conte minacciava azioni giudiziarie perché "aveva dato mandato ai competenti uffici di verificare la possibilità di denunciare il o gli autori della diffusione di notizie false, gli autori di condivisioni e gli autori di commenti volti a sollecitare azioni contrarie alla legge, qualora ne siano ravvisati i presupposti giuridici".
    Ora ci ritroviamo con quest'altra minaccia d'invasione e,come mai, questa volta il sindaco tace?
    Faccio notare ai miei concittadini che la
    "POLIZIA Postale"
    nel caso ci siano realmente i presupposti di una qualsiasi "violazione della legge", ha facoltà di censurare, oscurare post ed interi siti, in assoluta autonomia e senza alcun dintervento di altri "UFFICI COMPETENTI".
    In questa situazione niente vieta, ad un comune cittadino, di mandare un sonoro
    VAFFANCULO
    a tutti (politici o altre autorità di qualsiasi grado e natura) anche perché questo termine è un modo ben collaudato da una forza politica di ampia e crescente affermazione nel tessuto sociale e non ci sono più riverenze per chicchessia. Quindi
    VAFFANCULO A TUTTI!...
    Perché questa è una situazione creata ad arte dalle caste e dai politici dominanti che non è assolutamente accettabile..

    Ecco l'artico di pochi mesi fa.

    Il sindaco Conte: “Falsa la notizia di un centro immigrati a San Vito”



    13 dicembre 2016




    SAN VITO DEI NORMANNI – Il sindaco di San Vito dei Normanni Domenico Conte interviene nuovamente sulla notizia relativa alla presunta apertura di un centro per immigrati nel paese brindisino. Notizia che il primo cittadino definisce “falsa e priva di alcun fondamento”.
    Di seguito il suo intervento:
    “Ancora una volta sono costretto, mio malgrado, ad intervenire su una vicenda che per l’ennesima volta sta generando allarme nella comunità sanvitese.
    Attraverso i social network è stata riportata, commentata e condivisa la notizia dell’apertura di un centro immigrati in San Vito, cui ha fatto seguito la ormai nota sequela di contumelie verso il sottoscritto e l’Amministrazione Comunale da me presieduta. La pericolosità di quanto affermato è resa, se possibile, ancora più grave dall’affermazione che la notizia verrebbe da una presunta ‘fonte ufficiale della Prefettura’.
    È mio dovere informare la comunità sanvitese che, a seguito di una lunga conversazione con i massimi livelli della Prefettura di Brindisi, la notizia diffusa è assolutamente priva di fondamento. Così come accaduto nello scorso mese di agosto, non vi è alcuna previsione di indicazione di San Vito dei Normanni quale Comune destinatario di cittadini extracomunitari in centri di accoglienza.
    Ribadisco pertanto che il Comune di San Vito dei Normanni, seguendo i canali ufficiali, non ha alcuna indicazione dell’imminente arrivo di cittadini extracomunitari da ospitare, né vi sono indicazioni che lasciano intendere che ciò avverrà in futuro.
    Se dei liberi cittadini costituiti in associazioni, cooperative o altre entità giuridiche riconosciute ambiscono a svolgere attività di accoglienza sono certamente titolate a farlo nel rispetto delle norme di legge, ma ad oggi non risulta ufficialmente alcuna iniziativa in tal senso.
    Così come da me comunicato in occasione degli spiacevoli episodi accaduti la scorsa estate, la diffusione di allarmi infondati che possono generare eventi lontani dalla cultura e dalla tolleranza dei cittadini di San Vito non possono passare sotto silenzio.
    Ho dato mandato ai competenti uffici per verificare la possibilità di denunciare il o gli autori della diffusione di notizie false, gli autori di condivisioni e gli autori di commenti volti a sollecitare azioni contrarie alla legge, qualora ne siano ravvisati i presupposti giuridici.
    Intendo in questo modo esprimere la preoccupazione della maggioranza dei cittadini che rappresento pro-tempore in qualità di Sindaco, verso l’alimentare in maniera infondata e virale sentimenti di odio che nulla hanno a che fare con la contrapposizione politica e con una comunità che storicamente si è sempre distinta nel saper anteporre dialogo e tolleranza.
    Mi auguro che cessi questo modo becero di affrontare le questioni politiche e amministrative della città e che tutto rientri nell’alveo della normale dialettica volta a migliorare questa comunità”.

    http://www.newspam.it/il-sindaco-con...ati-a-san-vito



Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •