Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Giuseppe Bungaro, prodigio della Medicina: 18 anni e inventore di uno stent coronaric

  1. #1

    notizia Giuseppe Bungaro, prodigio della Medicina: 18 anni e inventore di uno stent coronaric

    Giuseppe Bungaro, prodigio della Medicina: 18 anni e inventore di uno stent coronarico salva-vita"

    Giuseppe-Bungaro.jpg
    Il ragazzo studia da autodidatta, ma già punta alla professione medica: "Non ho tempo per fidanzarmi, devo pensare al test di ammissione per medicina"

    -
    Essere diciottenne, non ancora diplomato ma già menzionato come giovane genio della ricerca scientifica?
    È possibile ed è quello che è accaduto a Giuseppe Bungaro, giovanissimo studente pugliese che, dopo aver vinto l'European Union Contest for Young Scientists (la competizione vede in gara i talenti scientifici europei junior fra i 14 e i 21 anni), ora è stato inserito nelle 100 Eccellenze Italiane come giovane talento della medicina.
    Giuseppe, originario di Fragagnano (Taranto), frequenta l'ultimo anno di liceo scientifico e il suo voto più passo è "un sette in matematica", ormai entra in sala operatoria con disinvoltura e aiuta i chirurghi nel loro lavoro.
    Il ragazzo ha raccontato la sua storia e i suoi meriti a La Stampa.
    Qual è stata l'idea del giovane Bungaro?
    In pratica, sfruttando le nanotecnologie, ho elaborato alcune protesi vascolari. Tutto questo per evitare eventuali complicazioni legate ai materiali normalmente utilizzati.
    L'impegno di Giuseppe deriva dai problemi di salute vissuti in prima persona: a 13 anni gli era stato diagnosticati un problema all'aorta addominale, mentre sua cugina doveva essere operata al cuore. A quel punto la decisione di iniziare a studiare e ad informarsi, mettendo a punto da autodidatta l'idea per uno stent pericardico auto-espandibile.
    Preso dall'entusiasmo ho contattato il dottor Fausto Castriota (ai tempi coordinatore dell'Unità Operativa di Emodinamica e Cardiologia Interventistica al Maria Cecilia Hospital, in provincia di Ravenna) e, dopo due giorni, ero lì con lui in sala operatoria per assistere ad un intervento di angioplastica coronarica.
    Due anni fa però Giuseppe è entrato in sala operatoria da paziente.
    Sapevo già come doveva essere fatto.
    Non ero spaventato.
    Anche se ho dovuto lasciare il nuoto agonistico.
    Mi manca molto.
    E a chi gli chiede come vada la vita da normale diciottenne, Giuseppe risponde di essere preso da troppi impegni.
    Ogni tanto riesco a prendermi un caffè in compagnia, ma non capita spesso.
    Se sono fidanzato?
    In questo momento ho la testa altrove. A marzo ci sono i test di ammissione per Medicina.

    https://www.huffingtonpost.it/2018/1...ta_a_23607900/

  2. #2

    Mattarella premia il baby genio Bungaro: tra i 29 nuovi Alfieri della Repubblica

    Taranto, Mattarella premia il baby genio Bungaro: tra i 29 nuovi Alfieri della Repubblica


    Il conferimento va allo studente pugliese di 18 anni che ha rivoluzionato la cardiochirurgia con uno stent in sala operatoria


    Nando Perrone
    24 Febbraio 2019










    FRAGAGNANO - Giuseppe Bungaro, 18 anni, studente dell’istituto “Del Prete-Falcone” di Sava, fra i 29 nuovi “Alfieri della Repubblica”.
    La prestigiosa onorificenza è stata annunciata, ieri mattina, dalla segreteria del presidente della Repubblica Sergio Mattarella ai giovani italiani che “si sono distinti come costruttori di comunità attraverso la loro testimonianza, il loro impegno, le loro azioni coraggiose e solidali”.
    Si tratta di ragazzi nati tra il 1999 e il 2008, che rappresentano modelli positivi di cittadinanza e che sono esempi dei molti ragazzi meritevoli presenti nel nostro Paese.
    Un altro riconoscimento, dunque, al giovane fragagnanese, balzato agli onori della cronaca per aver inventato una tecnica che rivoluziona l’utilizzo degli stent in sala operatoria.
    «Giovane eccellenza nella ricerca scientifica» è riportato nella motivazione ufficiale del riconoscimento, «ha progettato uno stent pericardico capace di ridurre i rischi post-operatori dei pazienti sottoposti ad angioplastica. Dopo che le nuove protesi sono state valutate dagli esperti, si è aggiudicato la medaglia d’oro alle Olimpiadi internazionali dei Progetto scientifici. E’ impegnato in attività di divulgazione per prevenire i rischi cardiovascolari e continua a prepararsi agli studi di Cardiologia e Cardiochirurgia. E’ vincitore dell’European Union Contest for Young Scientists». Bungaro aveva ricevuto la notizia già giovedì.
    «Sono stato contattato direttamente dalla segreteria del Quirinale» racconta Giuseppe Bungaro.
    «Ho appreso da loro di essere nell’elenco di coloro che riceveranno questa onorificenza».
    La cerimonia si svolgerà il 12 marzo a Roma: sarà direttamente il capo dello Stato a consegnare il riconoscimento.
    «Marzo sarà un mese intenso per me: il 12 la cerimonia al Quirinale; il giorno dopo, a Milano, sosterrò invece i test di ammissione alla facoltà di Medicina del San Raffaele» annuncia lo studente di Fragagnano. «Sto frequentando l’ultimo anno all’istituto “Del Prete-Falcone”, ma ho già scelto il mio futuro. Spero tanto di superare i test del San Raffaele».
    Tanti i complimenti che sono arrivati a Giuseppe ieri mattina, in particolare attraverso i social.
    «Questa di “Alfiere della Repubblica” è sicuramente una delle soddisfazioni più grandi» prosegue il giovane scienziato di Fragagnano.
    «Sarà emozionante poter incontrare il presidente Mattarella e ricevere dalle sue mani il riconoscimento».
    Oltre Bungaro, un’altra ragazza pugliese nell’elenco degli “Alfieri”: Rebecca Maria Abate di Lucera.

    https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/home/1114848/taranto-mattarella-premia-il-baby-genio-bungaro-tra-i-29-nuovi-alfieri-della-repubblica.html


  3. #3
    Quanto pessimismo! Perché?

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •