Ostuni saluta l’anno nuovo con la musica dell’Orchestra Filarmonica Pugliese





Dic 29, 2019

Gran Concerto di Capodanno il 1° gennaio alle ore 11:00 ad Ostuni, presso il Chiostro di San Francesco.
In scaletta l’Inno d’Italia di Mameli, le musiche di Beethoven, Strauss, Mascagni, Brahms, Elgar, Rossini, Lehar, fino all’immancabile Marcia di Radetsky. Il concerto, prodotto dall’Orchestra Filarmonica Pugliese e organizzato da New Music Promotion in collaborazione con il Comune di Ostuni, sarà trasmesso in diretta sulla su Ostuni Notizie, media partner dell’evento.
L’ingresso è gratuito.




L’Orchestra Filarmonica Pugliese
Protagonista sarà l’Orchestra Filarmonica Pugliese (OFP), che nasce nel 2013 dalla volontà di un gruppo di musicisti da tempo attivi sul territorio in ambito orchestrale, didattico e solistico. Questo progetto, che è un fiore all’occhiello per tutta la Puglia, nasce a Molfetta ed è l’unica realtà orchestrale del territorio capace di racchiudere le migliori individualità di tutte le associazioni e scuole di musica della città e dei territori limitrofi, con individualità che provengono anche da altre province. Costituita nel 2013 e patrocinata dalla Regione Puglia, si è già esibita nei più importanti teatri e luoghi di interesse dei comuni della Provincia di Bari, Brindisi, Lecce, Foggia e della Provincia BAT, oltre che in trasferte nel centro e nord Italia, tra le quali è stata significativamente importante quella dell’aprile 2019 al Teatro Argentina di Roma per eseguire il concerto per pianoforte e orchestra di Saint-Saëns numero 2 con il giovane talento Matteo Pomposelli. L’OFP è stata invitata ad esibirsi da diversi Enti e Fondazioni di rilievo artistico, tra cui L’Associazione C. e M. G. Curci di Barletta, suonando al Barletta Opera Festival ed al prestigioso Premio Internazionale pianistico “Mauro Paolo Monopoli” per tre anni di seguito, la Camerata Musicale Salentina di Lecce, La Fondazione Nuovo Teatro Verdi di Brindisi, la Fondazione V. M. Valente di Molfetta, l’Associazione Auditorium di Castellana Grotte, la Fondazione Accademia “Aldo Ciccolini” di Trani e l’Associazione “Nino Rota” di Brindisi, quasi sempre in rassegne e cartelloni realizzati con il patrocinio del MIBACT. Ha già collaborato con artisti come Stef Burns, Maria Pia Piscitelli, Nicola Hansalik Samale, Marco Misciagna, Evgeny Starodubstev, Fabrizio Dorsi, Andrea Braido, Giuseppe La Malfa, Roberto Corlianò, Francesco Defronzo, Sklodowsky Bartosz, Anna Geniushene, Mai Koshio, Gianni Ciardo e molti altri. Nel 2016, per la casa discografica DIG S.r.l., ha inciso l’opera inedita del M° S. Sabatelli Svegliare l’aurora per soli coro e orchestra, su testi di Don Tonino Bello, curando anche la prima esecuzione assoluta avvenuta ad Alessano. Numerose sono state le iniziative che hanno visto uno scopo benefico da parte dell’Orchestra stessa (Lega del filo d’Oro, Unicef, AIL, Caritas ecc.). A dirigere l’Orchestra sarà un talento locale sintesi di esperienza, musicalità sopraffina e tecnica, il M° Giovanni Minafra.


Il M° Giovanni Minafra
Insegnante al Conservatorio di musica “U. Giordano” di Foggia, già insegnante presso il conservatorio “N. Piccinni” di Bari, dove si è brillantemente laureato, ha suonato con le orchestre sinfoniche di Bari, Lanciano, Pescara, Fiesole e Alessandria. Con l’orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari ha partecipato a significative tournée nei più grandi teatri del mondo (Parigi, Leningrado, Rio De Janeiro, Cairo, Sidney, Mosca, Lille, San Paolo) ed effettuato numerose registrazioni per la RAI e famose case discografiche, sotto la direzione di illustri direttori d’orchestra quali Abbado, Oren, Franci, Pidò, Gatti, Lipkin, Acs, Marvulli, Aprea, Samale, Renzetti. Direttore di qualità, considerato tra i più interessanti talenti nella direzione d’orchestra del sud Italia, ha studiato direzione d’orchestra e composizione con i maestri Nicola H. Samale, Franco Ferrara e Nicola Germinario; compositore e arrangiatore, è iscritto alla SIAE dal 1986 ed è autore di molteplici trascrizioni ed arrangiamenti per grande orchestra sinfonica oltre a composizioni eseguite da orchestre sinfoniche e orchestre di fiati in tutta Europa e negli USA. Presso il conservatorio “Nino Rota” di Monopoli ha studiato tecnica di direzione e concertazione con il M° Maurizio Billi e si è brillantemente laureato in strumentazione, concertazione e direzione per orchestra di fiati con il M° Fulvio Creux presso l’Accademia Musicale a Pescara. Da oltre 20 anni, si è dedicato alla direzione di importanti orchestre di fiati pugliesi, abruzzesi e campane, dirigendo più di mille concerti in tutta Italia e all’estero e, tra le altre, l’Orchestra Sinfonica Italiana e l’Orchestra Soundiff. Al concorso di Atessa nel 2008 ha vinto il premio come miglior direttore e l’ensemble da lui diretto è risultato primo classificato. Nel 2010, a Bergamo, ha ricevuto il premio Abbiati, VIII edizione dall’Associazione Nazionale Critici Musicali per l’esecuzione della Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni. Componente di numerosissime commissioni d’esame in diversi Conservatori di musica e di concorsi di livello nazionale ed internazionale, dal 2011 è Presidente della Commissione Artistica che assegna annualmente il Premio Orpheo in Puglia. Dal 2013 è direttore stabile dell’Orchestra Filarmonica Pugliese, di cui ha diretto le maggiori produzioni sinfoniche e liriche, con concerti nei teatri più prestigiosi. Nell’anno in corso è stato confermato alla direzione dell’Orchestra di Fiati Città di Noicattaro, con la quale ha vinto il 1° premio della sezione Sinfonica del 3º Concorso Banda da Giro al Festival Fiati Ferrandina 2019.



http://www.brundisium.net/index.php/ostuni-saluta-lanno-nuovo-con-la-musica-dellorchestra-filarmonica-pugliese/