Coi danni da vaccino la fanno franca. Effetti collaterali gravi, ecco chi paga

Le case farmaceutiche che producono il vaccino contro il Covid e hanno stipulato contratti con l’Unione europea possono stare tranquille.
Nel caso di danni e contenziosi a causa del farmaco, a pagare saranno gli Stati membri. Quindi, anche l’Italia.
Per la precisione, i danni li pagheranno le aziende farmaceutiche, che rimangono le uniche responsabili, ma poi verranno rimborsate dai governi con i soldi dei cittadini.
La liberatoria è messa nero su bianco nel contratto stipulato dalla Commissione Ue con Curevac.
Questo vaccino non è ancora stato autorizzato dall’Ema. L’Italia ne ha ordinate 30,2 milioni di dosi.
Curevac è l’unica azienda ad aver reso pubblico il contratto. Gli altri produttori, come Pfizer/Biontech e Moderna, preferiscono ancora tenere tutto segreto.
Non si sa, quindi, se le clausole inserite siano uguali.
Ma la stessa Commissione ha spiegato che tutte le case farmaceutiche hanno richiesto determinate garanzie, senza specificare, però, cosa prevedano.
Il contratto che Il Tempo ha visionato ci permette di scoprirlo.
Una settimana fa è stato messo a disposizione degli europarlamentari.
Quelli che lo hanno letto avevano solo 50 minuti per esaminarlo, senza poter prendere appunti o scattare foto.
Molte parti sono coperte da omissis, come quelle sul prezzo delle dosi.
Fatto di cui si lamenta l’eurodeputata della Lega Luisa Regimenti: «La maggior parte del testo rimane oscurata.
Altro che trasparenza.
Ci chiediamo quali segreti e informazioni sensibili vogliano mantenere nascosti».



https://www.iltempo.it/attualita/202...7s226U.twitter