Mesagne:La leggenda della Signura Leta

Tanto tempo fa, nel piccolo paese, una giovane donna di nome Leta notò un ragazzo del posto.

I due, sguardo dopo sguardo, sorriso dopo sorriso, finirono con l’innamorarsi. Come spesso succedeva in passato, non sempre le famiglie dei due amanti erano favorevoli alle nozze.

In questo caso a contrapporsi al giovane amore ci pensarono i fratelli di Leta che impedirono il matrimonio con tutte le loro forze.

I due amanti, impulsivi e determinati, decisero di scappare, o meglio di “scendersene”, come si suol dire, trovando rifugio in una casa di campagna.

I fratelli di Leta non sopportarono l’affronto, non sopportavano l’idea che la loro sorella più piccola potesse offendere così la loro opinione. In barba a tutto, decisero di cercare e punire i due giovani infliggendo loro una punizione esemplare. Cercarono in lungo e in largo per le campagne: ogni casa, ogni cascina, ogni fattoria fu controllata da cima a fondo, ma dei due giovani non vi era traccia. Questo continuo fallimento non fece altro che alimentare la loro collera.

Arrivò il giorno in cui i temibili fratelli riuscirono a scoprire il rifugio dei due giovani.

Tanta fu la collera e l’irruenza dei fratelli che i due giovani riuscirono a sentire i loro passi e cercarono velocemente una via di fuga.

Purtroppo scappare sarebbe stato pericoloso, decisero quindi di nascondersi nella casa.

I due ragazzi si separarono cercando un angolo in cui rifugiarsi.

I fratelli riuscirono a trovare il ragazzo, che pur combattendo, non riuscì a frenare l’ira dei due, soccombendo alla loro malvagità.

La giovane donna, impaurita e incredula, cercò di nascondersi nel forno adiacente all’abitazione, sperando che i fratelli non la trovassero. Nella fretta di nascondersi Leta perse una scarpetta proprio vicino al forno. I fratelli, traboccanti di rabbia, videro la scarpetta e, alzando lo sguardo, scovarono subito il nascondiglio.

Appiccarono il fuoco alla fascine esterne dietro le quali era nascosta la giovane.

Leta morì arsa viva, maledicendo i fratelli per quegli atti così abominevoli.

Da allora, nelle campagne mesagnesi, alcune persone giurano di aver visto una donna con abito bianco e senza una scarpa aggirarsi nei fabbricati abbandonati. Altri, invece, han visto una donna affacciata alla finestra, vestita sempre di bianco, che osserva le campagne, forse per prevedere in anticipo l’arrivo dei fratelli.


https://talesofplaces.com/tale-of-me...-signura-leta/