Bergoglio? ORRORE! Il futuro è pieno di terrore



Ecco cosa scrisse il giornalista argentino Marcelo Gonzales mercoledì 13 marzo 2013, la sera stessa in cui Bergoglio fu invalidamente eletto Papa (Fonte originale: Panorama Catolico Internacional).

ORRORE!
Di tutti i candidati impensabili, Jorge Mario Bergoglio è il peggiore. Non perché professi
apertamente dottrine contro la fede e la morale, ma perché – a giudicare dalla sua opera come arcivescovo di Buenos Aires – la fede e la morale gli sono indifferenti.
Nemico giurato della messa tradizionale, ha permesso ai nemici della liturgia antica di farne delle “parodie”.
Ha perseguitato ogni sacerdote che insisteva nell’indossare la talare,
predicasse con fermezza, o si mostrasse interessato al Summorum Pontificum.
È famoso per la sua incoerenza (talvolta per l’incomprensibilità dei suoi discorsi e delle sue
omelie), utilizza espressioni volgari, demagogiche e ambigue; non si può dire che il suo insegnamento sia eterodosso, ma è così confuso che finisce nell’inesistenza.
La sua curia di Buenos Aires – ad eccezione di alcuni chierici – non è caratterizzata da
membri di grandi virtù. Anzi, molti sono sospettati di indegna condotta morale.
Non ha mai perso l’occasione di cedere la sua cattedrale a protestanti, ebrei e musulmani, per favorire il dialogo inter-religioso, inutile perché impossibile.
È famoso anche per le sue
partecipazioni agli incontri con i protestanti all’arena Luna Park, dove – insieme al
predicatore della Casa Pontificia, Raniero Cantalamessa, – è stato “benedetto” dai pastori protestanti, durante una celebrazione ecumenica, dando di fatto riscontro ai “poteri
sacramentali” dei tele-predicatori.
Questa elezione è davvero incomprensibile.
Non è un poliglotta, non ha nessuna esperienza curiale, non brilla per santità, è debole nella dottrina e nella liturgia, non ha combattuto
l’aborto, né il “matrimonio” gay.
Non ha niente che possa onorare il Soglio Pontificio.
L’unica lotta che ha fatto è quella per mantenere posizioni di potere.
Non può essere quello che Benedetto voleva per la Chiesa.
Non sembra neppure avere le
caratteristiche necessarie per continuare la sua opera.
Che Dio aiuti la sua Chiesa!
Non si può mai escludere – per quanto umanamente possa essere difficile – la possibilità di una conversione… Tuttavia, il futuro è pieno di terrore.



https://www.facebook.com/