Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Sulle tracce dei sensi - “Scoperta rivoluzionaria” dei Premi Nobel

  1. #1

    Lightbulb Sulle tracce dei sensi - “Scoperta rivoluzionaria” dei Premi Nobel

    Sulle tracce dei sensi - “Scoperta rivoluzionaria” dei Premi Nobel

    ·
    Da Pamela Dörhöfer
    I biologi molecolari David Julius e Ardem Patapoutian riceveranno il Premio Nobel per la Medicina nel 2021.
    Hanno scoperto recettori per il tatto e la temperatura sulle cellule nervose.
    Il Premio Nobel per la Fisiologia/Medicina quest'anno va ai biologi molecolari David Julius e Ardem Patapoutian.
    Lo ha annunciato lunedì il Karolinska Institute di Stoccolma, e il premio verrà assegnato il 10 dicembre, anniversario della morte del fondatore Alfred Nobel.
    I due ricercatori, che lavorano negli Stati Uniti, hanno ricevuto l'alto riconoscimento scientifico per la scoperta dei recettori per la temperatura e il tatto che attivano segnali nel sistema nervoso.
    Assegnazione del Premio Nobel 2021 a due biologi molecolari - "Scoperte rivoluzionarie"
    I recettori - proteine ​​sulla superficie delle cellule - svolgono un ruolo importante in molti processi fisiologici, ma anche nelle malattie. "La nostra capacità di sentire il calore, il freddo e il tatto è essenziale per la nostra sopravvivenza e la nostra interazione con il mondo che ci circonda", ha affermato la spiegazione del Comitato Nobel.

    "Nella nostra vita quotidiana diamo per scontate queste capacità, ma come vengono innescati gli impulsi nervosi affinché si percepiscano temperatura e pressione". I due premi Nobel hanno risolto queste domande con le loro “scoperte rivoluzionarie”.
    David Julius e Ardem Patapoutian ricevono il Premio Nobel per la scoperta dei recettori
    David Julius è nato a New York nel 1955.
    Dal 1989 lavora presso l'Università della California a San Francisco.
    Ardem Patapoutian è nato a Beirut, Libano nel 1967 e si è trasferito a Los Angeles con la sua famiglia in gioventù.
    Dal 2000 svolge attività di ricerca presso Scripps Research a La Jolla, California.
    Patapoutian è anche un investigatore per l'Howard Hughes Medical Institute dal 2014.
    Che sentiamo se qualcuno ci sta toccando dolcemente o rudemente, una tazza di caffè è calda o tiepida, un tessuto è graffiante o morbido, che la sabbia nella scarpa tormenta le piante dei nostri piedi o che il vento ci soffia in faccia un freddo fastidioso: queste sono poste tutte le abilità che ci rendono Culla, che diamo per scontate e alla cui esistenza difficilmente pensiamo nella vita di tutti i giorni. Per quanto questi sensi siano essenziali per tutti gli esseri viventi, alcuni dei processi sottostanti erano poco esplorati fino a pochi decenni fa.
    Thomas Perlmann, Segretario dell'Assemblea Nobel e del Comitato Nobel, annuncia i vincitori del Premio Nobel per la Fisiologia o la Medicina 2021 durante una conferenza stampa al Karolinska Institute di Stoccolma.
    I vincitori del Premio Nobel hanno affrontato l'argomento in modi diversi
    I due premi Nobel hanno affrontato diverse sfaccettature del tema in modi diversi: David Julius ha utilizzato la capsaicina, un composto a base di peperoncino, contenuto anche in cerotti termici contro la tensione muscolare.
    Chiunque l'abbia già usato sa che il principio attivo provoca una sensazione di calore.
    La capsaicina è anche responsabile della sensazione di bruciore infernale che si verifica quando ti guardi dopo aver tagliato i peperoncini.
    Con l'aiuto della capsaicina, Julius è stato in grado di identificare un sensore nelle terminazioni nervose della pelle che reagisce al calore.
    Ardem Patapoutian ha studiato le cellule sensibili alla pressione per trovare sensori che rispondono a stimoli meccanici nella pelle e negli organi interni.
    In questo modo, secondo il Comitato Nobel, i due scienziati hanno identificato "i collegamenti mancanti nella nostra comprensione della complessa interazione tra i nostri sensi e l'ambiente".

    ......................... continua ..........


    https://www.fr.de/wissen/nobelpreis-fuer-physiologie-

    sh

  2. #2
    Informazioni di base sul Premio Nobel
    I Premi Nobel sono stati istituiti nel 1895 dall'inventore e azienda svedese Alfred Nobel (1833-1896).
    I suoi numerosi brevetti includevano anche la dinamite, un'invenzione con la testa di Giano che fece avanzare la costruzione di ferrovie e strade, ma fu utilizzata anche in guerra e causò grandi sofferenze.
    Nobel aveva decretato nel suo testamento che la maggior parte della sua fortuna dovesse andare a una fondazione.
    L'interesse dovrebbe andare alle persone "che hanno portato il maggior beneficio all'umanità nell'ultimo anno".

    I parenti Alfred Nobels ha messo in dubbio il testamento e ci sono state anche critiche pubbliche.

    Tuttavia, i Premi Nobel sono stati percepiti come estremamente importanti fin dall'inizio. Ad oggi, sono considerati la distinzione più importante nel campo della scienza, della letteratura e dell'impegno per la pace.
    I premi vengono assegnati in diverse categorie e i vincitori sono annunciati dal Karolinska Institute di Stoccolma all'inizio di ottobre: ​​prima medicina o fisiologia il lunedì, poi fisica (martedì), chimica (mercoledì), letteratura (giovedì) e venerdì il Premio Nobel per la pace.
    Il lunedì successivo verrà inoltre annunciato il vincitore del Nobel Memorial Prize per l'Economia.
    Questo premio esiste solo dal 1968, è stato donato dalla Banca nazionale svedese.

    Il Premio Nobel è dotato di circa 984.000 euro per categoria. Inoltre, i vincitori ricevono una medaglia con l'immagine del fondatore e un diploma.

    I vincitori sono selezionati dal comitato del Karolinska Institute di Stoccolma (medicina), dall'Accademia reale svedese delle scienze (fisica, chimica, economia) e dall'Accademia svedese (letteratura).
    Dal 1901 i Premi Nobel vengono

    assegnati a Stoccolma il 10 dicembre, anniversario della morte di Alfred Nobel.

    A Oslo viene assegnato il Nobel per la pace.
    La Fondazione Nobel ha già annunciato che a causa della pandemia, almeno alla cerimonia di premiazione a Stoccolma, come nel 2020, i vincitori non ci saranno.

    La maggioranza di coloro che sono stati premiati finora sono uomini: 866 lo hanno ricevuto, contro solo 58 donne.

    Inoltre, sono state premiate 28 organizzazioni.
    La scienza si occupa da secoli della questione dell'esperienza sensoriale
    La questione di come funzionano i nostri sensi ha preoccupato la scienza secoli fa. Così René Descartes immaginava nel XVII secolo i fili che collegano parti della pelle al cervello e hanno il compito di inviare lì un segnale meccanico, ad esempio quando si tocca una fiamma con la mano.
    Nel 1944, Joseph Erlanger e Herbert Gasser ricevettero il Premio Nobel per la Fisiologia per la scoperta di diversi tipi di fibre nervose sensoriali che rispondono a stimoli diversi, come il tocco doloroso e non doloroso.
    Era alla base della conoscenza odierna che le cellule nervose sono altamente specializzate nel riconoscere e trasmettere diversi tipi di stimoli.
    Ricerca sulla funzione dei sensi: percezione ambientale del sistema nervoso finora poco chiara
    Una domanda fondamentale sulla comprensione di come il sistema nervoso percepisce e interpreta l'ambiente è rimasta irrisolta fino alle scoperte di Julius e Patapoutian, secondo la comunicazione dell'Istituto Karolinska: "Come vengono convertiti la temperatura e gli stimoli meccanici in impulsi elettrici nel sistema nervoso?"
    David Julius ha iniziato la sua ricerca sulla capsaicina negli anni '90. Sebbene fosse noto che l'alcaloide attiva le cellule nervose e provoca bruciore, non si sapeva come ciò accadesse. Julius e il suo team hanno creato una libreria di milioni di frammenti di DNA che corrispondono a geni che hanno a che fare con il calore, il dolore e il tocco delle cellule nervose trasmittenti. Julius sperava di trovare un frammento di DNA che codificasse una proteina sulla superficie cellulare che reagisce alla capsaicina.
    Dopo un'ardua ricerca, ha finalmente trovato un singolo gene in grado di rendere le cellule sensibili alla capsaicina.
    Quando Julius ha esaminato se la proteina reagisce al calore, ha scoperto di aver scoperto un recettore che si attiva a temperature percepite come dolorose.
    Il recettore della capsaicina scoperto da Julius fu poi chiamato TRPV1.
    Premio Nobel 2021: i risultati dei ricercatori servono come base per gli sviluppi della terapia
    L'obiettivo di Ardem Patapoutian era trovare recettori attivati ​​da stimoli meccanici come la pressione. Lui e il suo team hanno identificato per la prima volta una linea cellulare che emetteva un segnale elettrico quando le singole cellule venivano perforate con una minuscola pipetta.
    In una fase successiva, sono stati filtrati 72 possibili geni che erano candidati per la codifica dei recettori sospetti. Anche qui la ricerca è stata ardua, ma Patapoutian e il suo team sono riusciti a scoprire un solo gene, il cui blocco ha reso le cellule insensibili alla puntura con la pipetta. Un secondo gene è stato scoperto in seguito. I due recettori sono stati chiamati Piezo 1 e Piezo 2 (Piezo deriva dalla parola greca per pressione). Si è scoperto che Piezo 2 in particolare è essenziale per il senso del tatto e che entrambi i recettori regolano importanti processi fisiologici come la pressione sanguigna, la respirazione e il controllo della vescica.
    Secondo il Comitato Nobel, la conoscenza di questi recettori creata dai vincitori del premio è ora utilizzata come base per lo sviluppo di terapie per un gran numero di stati patologici.
    (Pamela Dörhöfer)


    https://www.fr.de/wissen/nobelpreis-...campaign=webpu

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •