Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Carlantino, differenziata in aumento

  1. #1

    Carlantino, differenziata in aumento

    Carlantino, differenziata in aumento
    A novembre 2011, grazie al “porta a porta”, differenziato il 28% dei rifiuti
    Intesa con Celenza, San Marco la Catola e Volturara per potenziare il servizio

    CARLANTINO (Fg) – Aumenta la quota di rifiuti differenziati nel Comune di Carlantino: l’ultimo dato disponibile è quello relativo al mese di novembre 2011 con il 28 per cento (+16% rispetto a novembre 2010). Nel 2012, l’Amministrazione comunale carlantinese ha l’obiettivo di incrementare ulteriormente la percentuale di differenziata.
    Per questo motivo è stato firmato un protocollo d’intesa tra i comuni di Carlantino (capofila del progetto), Celenza Valfortore, San Marco la Catola e Volturara Appula al fine di gestire insieme l’impegno necessario ad aumentare la quantità di rifiuti differenziati.
    Da oltre un anno, a Carlantino è stato attivato in via sperimentale il servizio di raccolta “porta a porta”. Il primo obiettivo da centrare con la nuova attivazione era quello di raggiungere il 30 per cento di differenziata: raggiunto il primo step, il protocollo d’intesa sottoscritto con Celenza Valfortore, San Marco la Catola e Volturara Appula dovrà essere lo strumento attraverso il quale salire un altro gradino, avvicinandosi alle quantità necessarie per far risparmiare risorse alle casse comunali e ai cittadini.
    Il “porta a porta” ha preso il via il 26 ottobre 2010.

    Il martedì, gli operatori ritirano a domicilio la carta; il mercoledì è la volta del vetro e il giovedì è il momento della plastica.
    Ai cittadini sono stati distribuiti depliant informativi sulle corrette modalità di conferimento dei rifiuti.
    A Carlantino si producono circa 360 tonnellate di rifiuti l’anno che corrispondono all’incirca a 350 chilogrammi di rifiuti pro-capite annui.
    Aumentando la differenziata diminuiranno i costi per le famiglie. Con i risparmi che deriveranno da un minore conferimento in discarica di rifiuti non differenziati intendiamo recuperare risorse da destinare alle politiche sociali, in modo particolare ai servizi destinati a migliorare la qualità della vita di anziani e nuclei familiari”, dichiara il sindaco di Carlantino Dino D’Amelio.


  2. #2

    Differenziata, Carlantino raddoppia

    Differenziata, Carlantino raddoppia


    CARLANTINO (Fg) – In un anno, la raccolta differenziata nel comune di Carlantino è più che raddoppiata passando dall’11% del 2011 al 24% degli ultimi 12 mesi.
    E’ quanto ha certificato Legambiente Puglia che, a fine dicembre, ha celebrato un’altra edizione de “I Comuni ricicloni” in collaborazione con la Regione Puglia e l’Anci regionale.
    Nel 2011 Carlantino aveva raggiunto l’11%: una percentuale molto bassa, anche se confrontata con la media regionale del 17%.
    Da registrare, tuttavia, che nel 2011 solo 17 comuni in tutta la Puglia superatono il 40%.
    Gli ultimi dati diffusi dalla Regione Puglia, però, sono un motivo d’orgoglio per Carlantino e costituiscono un primo e concreto passo verso un ulteriore aumento della quota differenziata dei rifiuti solidi urbani.

    “Siamo soddisfatti ma non facciamo salti di gioia – ha detto Dino D’Amelio, sindaco di Carlantino – è vero che la percentuale è salita ma c’è ancora tanto da lavorare fra mille difficoltà e diversi problemi da risolvere”.
    Il Comune di Carlantino, alla fine dello scorso anno, ha presentato alla Regione Puglia il progetto comunale per la raccolta differenziata.
    Il piano punta a realizzare un miglioramento qualitativo e quantitativo del servizio di raccolta differenziata a cominciare da una sperimentazione sulla separazione dei rifiuti di tipo organico (il cosiddetto ‘umido’ che costituisce quasi un terzo dei rifiuti solidi urbani) dalle altre tipologie di scarti.
    L’umido, poi, sarà smaltito grazie a un piccolo impianto di compostaggio e attraverso l’utilizzo di compostiere domestiche.
    In particolare, attraverso la sottoscrizione di un protocollo d’intesa, l’obiettivo è quello di poter realizzare un piccolo impianto di trattamento dei rifiuti organici in modalità anaerobica (digestore) che consenta la produzione di compost ma anche di energia elettrica e termica.
    Una volta che il progetto sarà approvato, si provvederà alla eliminazione di tutti i cassonetti stradali e alla distribuzione, presso tutte le utenze interessate, di materiale informativo e delle attrezzature per il nuovo servizio.
    A Carlantino il servizio di raccolta differenziata viene effettuato dal 2010 mediante il ritiro “porta a porta”.

    http://tuttiacarlantino.blogspot.it/2013/01/differenziata-carlantino-raddoppia.html

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •