La preghiera delle cinque dita (di papa Francesco)


Cari amici
non vi sarà sfuggita la paterna sollecitazione papale alla preghiera delle cinque dita: chi di voi non ne fosse al corrente, può cercarla su internet: la troverà commentata in tutte le salse.
Lui consiglia di alzare il dito al cielo esprimendo, per ogni alzata, una preghiera per i vari destinatari della benedizione .
Purtroppo, però, magari capita che qualcuno possa equivocare …
Un caro ateo saluto


Eraldo Giulianelli

La preghiera delle cinque dita
(di papa Francesco)



Lettera al papa
Seguendo quel consiglio suo paterno
della preghiera delle cinque dita
anch’io mi son rivolto al Padreterno
sicuro che sarà presto esaudita:


e ginocchioni , in mezzo alla navata,
il pollice comincio a sventagliare
poi le tre dita, in ordine di alzata,
e il mignolo poi l’indice e anulare.


Un tizio, accanto a me , ha domandato:
“È vero che il pontefice ha deciso
che ogni dito ha il suo significato ?”
Risposi: “ Certamente, lui è preciso!”.


Mi accinsi allora all’ultimo saluto
facendo balenare il dito medio
e il penitente, accanto a me seduto,


piangendo: “ Me tapino, sotto assedio!
Perfino il papa adesso l’ha saputo
che son cornuto , ormai, senza rimedio!”.


Eraldo Giulianelli