Ogni sera



Ogni sera

chiudo la porta
della vecchia casa
e mi ritrovo
nella notte fonda
tra zittýi di stelle
e battiti di sveglie.
Lenta s'accende
la ridda dei fantasmi
e il volto dei ricordi
e ˛l'angoscia dell'oggi
e la luce del domani
e il filo di speranze
appeso all'angolo
della stanza.


Mi ridesto all'alba
a scrpollare il peso
di immagini e di chimere
sulla groppa del giorno
che ricomincia a tingere
di poprora le imposta.



Poesia
di
Don Luigi Leo
tratta dal libro
Glasnost (trasparenze)
Casa Ed pentarco -Torino